Light is Life

presenta

61° Festival Pianistico Internazionale

29 aprile 2024, ore 20.00 – Teatro Grande di Brescia

4 giugno 2024, ore 20.30 – Teatro Donizetti di Bergamo

uniniziativa-280x45_dark

61° Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo

A2A, nell’ambito della valorizzazione della collaborazione storica con i Teatri, sostiene anche quest’anno il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo giunto alla sua 61° edizione con un programma dedicato a Vienna, la capitale europea dove alcuni dei più grandi compositori – Mozart, Beethoven, Schubert, Brahms – diedero alla luce i propri capolavori. Nel 2024 ricorre inoltre il bicentenario della nascita di uno dei massimi sinfonisti del XIX secolo, Anton Bruckner che verrà per la prima volta eseguito al Festival.
Il Festival continua a proporre iniziative di divulgazione musicale, coinvolgendo anche il pianista iraniano Ramin Bahrami, protagonista in entrambe le città di un concerto-spettacolo tratto dal suo libro autobiografico “Come la musica mi ha salvato” in dialogo con Ferruccio de Bortoli.

Gli spettacoli

Gli eventi a supporto del Banco dell’energia saranno:
29 aprile, ore 20.00 al Teatro Grande di Brescia con la FILARMONICA DELLA SCALA, direttore VASILY PETRENKO e pianista HAOCHEN ZHANG, che proporranno il Concerto n. 2 di Prokof’ev e la Sinfonia n.5 di Čajkovskij

4 giugno, ore 20.30 al Teatro Donizetti di Bergamo con la WIENER KAMMERORCHESTER, direttore PIER CARLO ORIZIO e pianista FEDERICO COLLI, che proporranno Beethoven con il Concerto n.5 ‘Imperatore’ e la Sinfonia n.3 ‘Eroica’

Parte del ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto al Banco dell’energia – Fondazione, creata nel 2016 da A2A e dalle sue Fondazioni, che sostiene le persone in situazioni di vulnerabilità economica e sociale, con particolare attenzione alla povertà energetica.

Per saperne di più: www.bancodellenergia.it

I teatri

Il Teatro Grande di Brescia, nel cuore del centro storico, è il primo teatro pubblico della città inaugurato nel 1664.
Tra i più importanti teatri d’Italia, è riconosciuto come monumento nazionale.

Il Teatro Grande propone una grande varietà di spettacoli tra opera e balletto, concerti, danza, iniziative culturali, progetti per l’infanzia.

Il Teatro Donizetti di Bergamo ha una storia complessa. Inizia nel XVIII secolo con il Teatro Riccardi, dal nome di un commerciante che edificò il primo nucleo di teatro stabile della città proprio nel luogo dove oggi sorge il Donizetti. Il teatro, progettato da Giovanni Francesco Lucchini, fu inaugurato il 24 agosto 1791. Ma il sogno durò pochi anni: nel 1797 infatti il teatro fu distrutto da un incendio. L’architetto Lucchini fu incaricato di ricostruirlo: fu riaperto il 30 giugno 1800. L’intitolazione a Gaetano Donizetti arrivò nel 1897, in occasione del centenario della nascita del compositore. Da quell’anno il Teatro, sempre attento a sperimentazioni e innovazioni, si è contraddistinto per qualità e varietà della proposta teatrale arrivando oggi a configurarsi come uno tra i più importanti teatri del panorama italiano.
A2A è Sostenitore del Teatro dal 2016 attraverso la formula dell’art bonus.