Light is Life

presenta

Il viaggio di un incontro

Dal 21 aprile 2024

uniniziativa

Il viaggio di un incontro: come nasce l’opera

Ludovica Sitajolo si è aggiudicata il bando per la residenza d’artista, svolta per metà a Cittadellarte a Biella e per metà a Monte Isola, con la finalità di realizzare un’opera da donare all’amministrazione isolana, utilizzando i materiali di risulta e di riuso – reti da pesca e luci a led – del “Terzo Paradiso dell’energia” di Angelo Bonello, l’opera nata da un’idea del Maestro Michelangelo Pistoletto ed esposta a Monte Isola lo scorso luglio durante lo spin off estivo di Light is Life – Festa delle Luci A2A.
Durante la permanenza a Cittadellarte (Biella), è stata guidata in un processo basato sull’indagine di aspetti specifici legati a una trasformazione responsabile della società, attraverso dibattiti e incontri con curatori, artisti e operatori della società civile, visite in studio da parte di esperti e visite a luoghi rilevanti per i temi legati alla sua ricerca.
Durante la permanenza a Monte Isola, ha avuto modo di misurarsi con i materiali che l’hanno portata alla realizzazione di un’opera rappresentante l’idea di cambiamento e innovazione sociale, focalizzando l’attenzione sui temi cardine del nostro presente e futuro, come la povertà energetica, il processo di transizione verso le energie rinnovabili e l’economia circolare.

L’opera, che sarà esposta per tutto l’anno, deve dunque diventare narrazione dei valori del progetto del Terzo Paradiso, con la convinzione che l’arte possa e debba partecipare alla generazione del cambiamento sociale, diffondendo consapevolezza e attivando cooperazione territoriale.

Ludovica Sitajolo

Ludovica Sitajolo nasce a Roma nel 1995. Da sempre affascinata da ogni forma artistica, si diploma al Liceo Artistico Caravaggio nel 2015. Frequenta il corso pre-accademico al Kensington and Chelsea College di Londra specializzandosi in Fine Art, e consegue poi la laurea in Fine Art and Mixed Media presso l’University of Westminster.
L’obbiettivo che si è proposta è quello di sensibilizzare il pubblico sul tema dell’inquinamento ambientale, mandando un messaggio d’allarme grazie all’utilizzo di materiali di uso quotidiano e di riciclo, nella volontà di creare un’interazione diretta tra il soggetto e l’opera.
La libertà di creare opere con oggetti di ogni genere è sempre stata la chiave della sua curiosità.
Nel corso degli anni ha partecipato a mostre d’arte contemporanea esponendo opere e installazioni presso importanti istituzioni fra cui la Biennale di Firenze, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, l’Archivio Centrale Dello stato, e alla nuvola di Fuksas.
Appassionata anche di fotografia, la usa spesso per leggere le emozioni tramite la realtà e per entrare in prima persona nello spazio, nella luce e nel tempo.

Cittadellarte

Dal 1981 Cittadellarte è una fabbrica di tessuto sociale all’interno di un complesso di archeologia industriale, sede della Fondazione Pistoletto ONLUS e centro per una trasformazione sociale responsabile. Accademia, laboratorio e scuola, si propone di fornire strumenti agli “artivatori”, cioè a soggetti che lavorano ai confini tra pratiche artistiche, processi di cambiamento sociale e collaborazioni con comunità esterne al mondo dell’arte, intrecciando momenti di ricerca interdisciplinare, scambio di conoscenze e attività pratiche. L’obiettivo è fornire ispirazione, motivazione e strumenti per attivare, sviluppare o rafforzare iniziative artistiche basate sul coinvolgimento delle ecologie locali.
Maggiori informazioni: www.cittadellarte.it