Light is Life

presenta

Paolo Fresu
& Daniele di Bonaventura

CAUSA MALTEMPO CAMBIO LOCATION
Auditorium Santa Giulia – 12 luglio 2024, ore 21.30

uniniziativa

Lo spettacolo

Un dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei.
Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura si ritrovano qui in un incontro ormai ben rodato attraverso tanti concerti.
Questo è uno spettacolo di grande effetto che vive di poesia, intimismo e di quelle piccole cose capaci di raccontare i colori dell’universo musicale contemporaneo.
Attratti dalla musica etnica, classica ed elettronica, il trombettista sardo e il bandoneonista marchigiano si sono resi protagonisti, nel 2011, di un interessante progetto di contaminazione, affiancati dal celebre ensemble vocale corso A Filetta.
Il risultato di questo affascinante viaggio musicale, che tocca corde ancestrali, è il disco Mistico Mediterraneo, pubblicato dalla prestigiosa etichetta tedesca Ecm.
Questo dialogo musicale tra Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura è una sorta di estrazione poetica di quel progetto madre, che caratterizza da tempo i loro incontri, divenuti un progetto originale e autonomo.

Paolo Fresu

Probabilmente non serve più presentare un musicista così importante e conosciuto quale Paolo Fresu. Onnivoro in tutti i sensi e aperto a 360° verso tutto ciò che è arte e cultura, il trombettista sardo vanta un curriculum sorprendente, capace di avvicinarlo ai pochi globe-trotter culturali che hanno fatto del viaggio e di mille esperienze diverse la loro ragione d’essere primaria. Dai tempi della banda musicale del suo piccolo paese sardo ai grandi premi e riconoscimenti internazionali conquistati, dalle Lauree Honoris Causa dell’Università Bicocca di Milano e della Berklee College of Music americana alla oggi ex-presidenza della Federazione del Jazz italiano, dall’impegno sempre solidale ad ampio spettro nel mondo dello spettacolo ai cinquecento dischi incisi lungo una carriera che ha ormai superato i quarant’anni, Paolo è ormai davvero diventato un importante e riconosciuto personaggio stimato in vari ambiti della vita pubblica e sociale del nostro paese. Protagonista dei più importanti festival del pianeta e collaboratore di grandissimi nomi dell’entourage del jazz moderno, ha dalla sua un impegno implacabile e stakanovista. Basterebbe citare i lunghi anni di direzione del suo festival Time in Jazz che ogni estate richiama migliaia di appassionati in Sardegna o la sua etichetta Tǔk Music, fiore all’occhiello delle migliori esemplificazioni di gestione di un’impresa davvero culturale capace di dare voce a decine di nuovi protagonisti del jazz moderno. Se a questo si aggiungono la lunga attività didattica, le tante sue escursioni nei campi della musica classica, dell’arte pura, del cinema, della televisione, della danza, del teatro e il suo riconosciuto vasto impegno sociale, il cerchio di una davvero rara, intelligente, coerente e cristallina personalità è presto delineato.

www.paolofresu.it

Daniele di Bonaventura

È compositore, arrangiatore, pianista e bandoneonista che ha coltivato sin dall’inizio della sua attività un forte interesse per la musica improvvisata. La sua formazione musicale è però di estrazione classica, iniziata a soli 8 anni con lo studio del pianoforte, del violoncello, della composizione e della direzione d’orchestra.

Il suono del suo bandoneon è sorprendentemente universale, capace di attraversare i territori più disparati, con impronte stilistiche assolutamente personali e sempre ammantate di grande sensibilità musicale.

www.danieledibonaventura.com

Dal 21 al 29 settembre 2024
Fonte di Mompiano: una nuova installazione artistica di luce, musica e parole

La presenza di Paolo Fresu a Brescia non è casuale, ma è legata alla sua partecipazione in qualità di compositore ad un importante progetto artistico, realizzato da Teatro Idra per Fondazione Banco dell’energia e A2A.
Dopo il grande successo del settembre scorso, infatti, la Fonte di Mompiano di Brescia sarà nuovamente protagonista, dal 21 al 29 settembre, di una iconica installazione artistica. Confermata la direzione artistica del Teatro Idra con Daniele Milani, ideatore del progetto, autore e regista; Stefano Mazzanti, artista visivo e light designer e, per la prima volta, le musiche originali di Paolo Fresu.
L’installazione di luci, musica e voce recitante condurrà lo spettatore all’interno di un percorso dove la nostra vita è paragonata ad un fiume che scorre e ogni istante diventa una goccia d’acqua che fugge, senza nessuna possibilità di essere fermata. Da qui l’esortazione a vivere ogni attimo intensamente e in armonia con la natura.

La Fonte di Mompiano, ancora oggi dona acqua alla città dopo oltre 1200 anni, oltre ad essere un’importante testimonianza della storia della città, con tracce dell’antico acquedotto romano e un’origine legata al regno longobardo.
Questa installazione contribuirà a raccogliere i fondi per i progetti della Fondazione Banco dell’energia, che promuove diverse attività di contrasto alla povertà energetica.
Per maggiori informazioni www.bancodellenergia.it